“HAPPY ENGLISH”

Premessa

In conformità con quanto stabilito dalle Indicazioni Nazionali ministeriali, è di fondamentale importanza favorire un approccio alla lingua straniera già durante il primo percorso scolastico, quello della scuola dell’infanzia. Sin dalla più tenera età, infatti i bambini assimilano moltissime informazioni provenienti dal mondo esterno e, se opportunamente sollecitati, sono in grado di acquisire competenze linguistiche e comunicative a lungo termine. È dunque compito della scuola dell’infanzia porre le basi per un interesse alla lingua straniera e suscitare nel bambino curiosità verso l’apprendimento di un nuovo codice linguistico, che verrà poi approfondito negli anni successivi della scuola primaria. L’insegnante coinvolgerà i bambini utilizzando un linguaggio iconico e musicale e proporrà, inoltre, delle attività motorie utili al bambino per fare esperienza concreta di un lessico nuovo. Saranno proposte anche delle attività creative che vedranno i bambini impegnati nella realizzazione di disegni, cartelloni al fine di promuovere un apprendimento attivo.

Valenza Educativa

È opportuno chiarire che questo progetto non si caratterizza come insegnamento sistematico di una disciplina, ma come momento di sensibilizzazione del bambino ad un codice linguistico diverso dal proprio, in senso più ampio, come conoscenza di altre culture. La lingua inglese rappresenta l’anello di congiunzione della futura Europa unita, il linguaggio, cioè, che metterà in comunicazione la molteplicità culturale che già si configura all’ interno della Comunità Europea. È opportuno perciò, fin dalla scuola dell’infanzia, veicolare e interpretare questa condizione come una risorsa sul piano educativo.

Obiettivi Educativi

  • Avvicinarsi ad un nuovo codice linguistico;
  • Stimolare interesse e curiosità verso l’apprendimento di una lingua straniera;
  • Migliorare le capacità di ascolto, di attenzione, di comprensione e di memorizzazione;
  • Lavorare sulla sensibilità musicale attraverso l’imitazione e riproduzione di canti e suoni appartenenti ad un nuovo sistema fonetico.

Obiettivi Linguistici

  • Acquisire i primi elementi lessicali del nuovo codice linguistico;
  • Sperimentare e combinare elementi in lingua inglese per formulare brevi frasi ed espressioni di routine;
  • Imparare e saper utilizzare vocaboli legati alla realtà quotidiana del bambino.

Competenze Fonetiche

  • Acquisire una capacità progressiva di riproduzione dei suoni della lingua inglese;
  • Saper riprodurre semplici brani musicali e filastrocche.

Metodologia

L’apprendimento della lingua inglese sarà favorito da un contesto ludico e da un approccio naturale, proponendo delle attività giocose e che implichino azioni motorie. Verrà attuata tale metodologia in base al principio secondo cui la lingua si impara meglio quando non viene esplicitamente insegnata, ma utilizzata in un contesto reale. Si organizzeranno in classe situazioni di gioco e di esperienza di vita diretta in cui il bambino non si sentirà costretto ad esprimersi in lingua inglese, ma lo farà in modo del tutto spontaneo e naturale. Per tanto le attività didattiche non sono finalizzate allo sviluppo di una competenza grammaticale, ma ad una competenza comunicativa, privilegiando la dimensione della lingua. Ci si servirà, inoltre, di brevi racconti, canzoncine, filastrocche. L’apprendimento del lessico verrà promosso, inoltre, attraverso lo svolgimento di attività manipolativo-creativo, come disegnare, colorare, realizzare cartelloni. Saranno previsti giochi di movimento in modo da rinforzare l’acquisizione dei contenuti lessicali, soprattutto in relazione allo spazio in cui vivono.

I bambini impareranno:

  • I saluti;
  • I giorni della settimana;
  • I colori;
  • I numeri da 1 a 10;
  • Le stagioni;
  • Gli animali;
  • I componenti della famiglia;
  • Le parti del corpo;
  • Gli eventi atmosferici.

Verifica e Valutazione

Le modalità di verifica saranno diverse:

  • osservazione della partecipazione ai giochi e alle attività proposte;
  • osservazione degli elaborati in cui il bambino analizza e interiorizza l’esperienza svolta;
  • osservazione delle verbalizzazioni dei bambini.

Destinatari

I bambini di 4-5 anni.